Blog: http://Funambola.ilcannocchiale.it

somebody to love

qualcuno da amare.
ecco cosa cerchiamo, in ogni cosa, sempre.
e lo diceva pure freddy mercury, allora ci fidiamo.
forse più che essere amati, forse più dell'essere felici.
felici felici, intendo.
forse più di tutto cerchiamo qualcuno in cui riversare il nostro amore.
questa inesauribile, a volte eccessiva, a volte inopportuna produzione di amore.
dove metterla sennò?
a volte siamo fortunati, e amare e essere amati diventano sinonimi.
solo a volte però.
e in questi sporadici e fortunati casi, l'amore non è dare, o ricevere, ma scambiare.
io ti do il mio amore rumoroso, pieno di risate e lacrime, il mio amore colorato e intimo, il mio amore preoccupato e nervoso, il mio amore assoluto e ingestibile, e tu mi dai il tuo amore silenzioso e luminoso, il tuo amore bianco e leggero, il tuo amore tascabile e forte insieme, il tuo amore adulto e indipendente.
siamo speciali grazie al fato.
ma restare speciali dipende da noi.
qualcuno da amare non resta per sempre, se non sappiamo farci amare contemporaneamente.
e forse è questa la cosa più difficile.
perchè farci amare ci mette in discussione più di amare, che è un istinto e un bisogno primario.
farci amare vuol dire mostrare.
vuol dire insegnare all'altro a vedere i nostri punti deboli, i nostri talloni d'achille.
vuol dire sottointendere "se tu volessi ferirmi, ecco, puoi fare così"
vuol dire chiedere "adesso che lo sai, per favore, non farlo"
vuol dire sapere che potrebbe non andare esattamente così.
farci amare vuol dire affidarci a qualcun'altro con i nostri limiti,
fare i conti con le proprie miserie.
vuol dire  a r r e n d e r s i.
farsi amare vuol dire regalare ciò che avevamo tenuto per noi.
darsi.
e accettare il modo in cui l'altro sa amare, senza chiedere nulla di diverso.

in quei pochi, sporadici, fortunati casi.
in quei meravigliosi, rari, fragili casi.
in quei preziosi, impensabili, irriproducibili casi in cui amiamo e siamo amati.

in cui diventiamo completi grazie ai difetti dell'altro.
in cui diventiamo unici grazie ai limiti dell'altro.
in cui diventiamo rari grazie all'amore dell'altro.

e non si può davvero darlo per scontato.

Pubblicato il 9/3/2008 alle 18.11 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web